Masterchef a casa tua!

Entra nello shop ufficiale
[sg_popup id=23623]

Certificazioni alta visibilità

La nuova normativa UNI EN ISO 20471 ha recentemente sostituito la normativa UNI EN 471; essa determina le classi di certificazione e i requisiti fondamentali di progettazione dei capi. L’abbigliamento alta visibilità Siggi Hitech è certificato secondo la UNI EN ISO 20471.

UNI EN ISO 20471:2013

Indumenti ad alta visibilità – Metodi di prova e requisiti

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN ISO 20471 (edizione marzo 2013) e tiene conto delle correzioni introdotte il 29 maggio 2013. La norma specifica i requisiti per gli indumenti ad alta visibilità in grado di segnalare visivamente la presenza dell’utilizzatore.

UNI EN 14058:2004

Indumenti di protezione – Capi di abbigliamento per la protezione contro gli ambienti freddi

La norma specifica requisiti e metodi di prova per la prestazione di singoli capi di abbigliamento per la protezione contro il raffreddamento del corpo in ambienti freddi. Essa non comprende requisiti specifici per copricapo o calzature o guanti per prevenire raffreddamenti locali.

UNI EN 343:2008

Indumenti di protezione – Protezione contro la pioggia

La norma certifica gli indumenti di protezione contro la pioggia. Questa norma si applica ai materiali e alle cuciture per i capi che proteggono da fattori atmosferici quali pioggia, nebbia, umidità del suolo e neve. Prevede due principali requisiti: la resistenza alla penetrazione dell'acqua e la resistenza evaporativa che determina la traspirabilità del corpo.

UNI EN ISO 11612 :2009

Indumenti di protezione – Indumenti per la protezione contro il calore e la fiamma

Gli indumenti da lavoro certificati a norma EN ISO 11612 proteggono l’utente contro il calore e il fuoco. Lo standard EN ISO 11612 identifica i capi realizzati in un materiale progettato per proteggere il corpo dell’utente contro il calore e/o il fuoco. Fatta eccezione per i berretti certificati EN ISO 11612, i prodotti per la protezione di capo, mani e simili non sono compresi in questo standard. Per queste aree particolarmente delicate, si raccomanda l’uso di protezioni supplementari. L’abbigliamento di protezione con certificazione EN ISO 11612, ad esempio, è indicato per gli operai industriali e gli elettricisti. Questa certificazione sostituisce la norma precedente EN 531

UNI EN ISO 11611 :2008

Indumenti di protezione utilizzati per la saldatura e i procedimenti connessi

L’abbigliamento protettivo con certificazione EN ISO 11611 protegge l’utente da scintille, brevi contatti con il fuoco e minimizza il rischio di scosse elettriche in caso di brevi contatti accidentali con cavi elettrici. Per ottenere la protezione ottimale, l’abbigliamento da lavoro deve coprire interamente il corpo. Questo risultato si raggiunge utilizzando un completo di giacca e pantaloni. Se si lavora con tecniche di saldatura che generano notevoli quantità di scintille, si consiglia di utilizzare una protezione aggiuntiva per il capo, le mani e la parte anteriore dei capi. Onde evitare incendi provocati dalle scintille, l’abbigliamento protettivo certificato secondo la norma EN ISO 11611 dispone solo delle tasche e dei dettagli indispensabili, in modo che le scintille non si fermino sugli indumenti.

UNI EN 1149 -5 :2008

Indumenti di protezione – Proprietà elettrostatiche Parte 5: Requisiti prestazionali dei materiali e di progettazione

Questo standard definisce i requisiti delle proprietà elettrostatiche degli indumenti di protezione utilizzati in ambienti con rischio di scariche elettrostatiche improvvise. Il metodo di prova della norma EN 1149-5:2008 specifica i requisiti dei materiali e di progettazione dell’abbigliamento di protezione con proprietà elettrostatiche al fine di offrire all’utente la migliore protezione possibile.
Quando si utilizzano indumenti di protezione con proprietà elettrostatiche, è importante una corretta messa a terra. Per garantirla è necessario utilizzare adeguate calzature di sicurezza, conformi alle norme antistatiche.

UNI EN 13034 :2009

Indumenti di protezione contro agenti chimici liquidi – Requisiti prestazionali per indumenti di protezione chimica

La norma EN 13034/EN 13034+A1 offre una protezione limitata contro quantità ridotte e schizzi di sostanze chimiche liquide (accessori di tipo 6 e di tipo PB [6]). L’abbigliamento di sicurezza con questa certificazione è adatto all’uso in ambienti in cui esiste il rischio di esposizione a schizzi di sostanze chimiche in quantità ridotte, nei quali non è tuttavia richiesta una protezione integrale per il corpo. Gli indumenti da lavoro certificati secondo la norma EN 13034 sono ideali in ambienti dove esiste il rischio di esposizione a piccole quantità di sostanze chimiche. Nel caso in cui gli indumenti di protezione indossati siano stati esposti a sostanze chimiche, rimuoverli immediatamente dal corpo.
Gli indumenti di protezione con certificazione EN 13034 sono progettati in modo che le cuciture impediscano la penetrazione di liquidi e sostanze chimiche. Per ottenere una protezione ottimale, si consiglia l’utilizzo di capi di protezione che coprano interamente il corpo, in un solo pezzo o in due pezzi, ognuno dei quali sia singolarmente certificato secondo la norma EN 13034.

UNI EN 1149 :2008

Indumenti di protezione – Requisiti prestazionali dei materiali e di progettazione

Questo standard definisce i requisiti delle proprietà elettrostatiche degli indumenti di protezione utilizzati in ambienti con rischio di scariche elettrostatiche improvvise. Il metodo di prova della norma EN 1149-5:2008 specifica i requisiti dei materiali e di progettazione dell’abbigliamento di protezione con proprietà elettrostatiche al fine di offrire all’utente la migliore protezione possibile.
Quando si utilizzano indumenti di protezione con proprietà elettrostatiche, è importante una corretta messa a terra. Per garantirla è necessario utilizzare adeguate calzature di sicurezza, conformi alle norme antistatiche.

UNI EN 510 :1994

Specifiche per indumenti di protezione da utilizzare in presenza di rischio di impigliamento con parti in movimento

Specifica le proprietà degli indumenti di protezione che riducono al minimo il rischio di impigliamento o trascinamento da parti in movimento quando il portatore lavora su o in prossimità di macchine o apparecchiature in movimento pericolose. Non si applica agli indumenti di protezione contro lesioni causate da parti particolari di macchine in movimento per cui esistano norme specifi che, per esempio gli indumenti di protezione per gli utilizzatori di seghe a catena.